A volte le cose semplici sono quelle che arrivano prima all’obiettivo.

E’questo uno dei segreti di HUF, brand che in realtà è molto più di questo ed ha una storia che merita grande rispetto e ha riservato, senza dubbio, un largo capitolo nel libro dello Streetwear.

Le grandi storie ci affascinano, è questa ormai non è più una novità, però storie di questo genere meritano di essere raccontate, per capire che dietro un brand, c’è sempre una storia, che nella maggior parte dei casi segna il passato ed il presente, in questo, caso dello steetwear.

La storia di HUF comincia negli anni ’80, quando un giovanissimo Keith Hufnagel, comincia a percorrere le strade di una New York in pieno degrado sociale, a causa delle forti tensioni razziali e del crescente problema degli Homeless. E’ una metropoli impregnata di miseria e rovina, di desolazione sociale e di crimine, ma allo stesso tempo terreno fertile per nuovi movimenti artistici, in fermento e con la voglia di mettersi in gioco, sono gli anni in cui lo skateboard è segno di ribellione, è punk e Hip-Hop, e non è per niente ben visto dagli abitanti della city, che lo considerano un passatempo per “Fuoriusciti, emarginati” il termine “OUTCAST” rende perfettamente l’idea, ed è in questo scenario, che si forma culturalmente e caratterialmente Keith, con la possibilità di conoscere ed ampliare le proprie esperienze quasi illimitatamente.

Le conoscenze in quel periodo portavano apertura mentale e voglia di viaggiare, cosi era molto più semplice scambiarsi idee e trovare stimoli, fu cosi che Keith, iniziò a viaggiare sponsorizzato da importanti aziende di skate, che lo pagavano per girare il modo e per provare i nuovi articoli che le aziende producevano, diventato un icona nel mondo dello Skate, decide di restituire qualcosa alla comunità che lo aveva cresciuto, e apre una piccola boutique sul Tenderion District di San Francisco. In California, con lo scopo di riunire sotto lo stesso tetto i marchi più importanti e rispettati nel mondo dello Skateboard e dello Streetwear.

Hufnaghel decide di chiamare il suo store HUF, ed in poco tempo lo store diventa il miglior fornitore della Bay Area di prodotti quasi impossibili da trovare altrove.

Grazie alla rapida crescita e alla popolarità acquisita, Keith sente la necessità di lanciare una sua linea di abbigliamento chiamata HUF, racchiudendo in una sola etichetta un mondo e una filosofia di vita.

Ad una decina d’anni dalla sua nascita, nei primi anni del 2000, il marchio HUF si è evoluto fino a diventare un produttore indipendente di abbigliamento  , scarpe ed accessori per lo skate, iniziando anche a collaborare con grandi marchi , come NIKE, con l’uscita della Nike Air Max HUF del 2004 e della Air Max 1 e 90 HUFquake del 2007, proprio queste collaborazioni permettono il salto di qualità, il marchio HUF non è più solamente etichettato nel mondo delle skate, ma diventa una vera e propria icona dello Streetwear.

Per questo motivo abbiamo deciso di inserirlo nel nostro Store e di presentarlo ai nostri clienti con la nuova collezione S/S 2k19 disponibile da oggi nel nostro Store a Castellana Grotte (BA) in Via Conversano 87, e sul nostro E-Shop www.tribes-store.it

P.R.M. Massimo Mastellone